Quanto costa?

Quanto costa la sigaretta elettronica?

Tutto cambia a seconda del modello e del venditore di sigarette elettronica che scegliamo. Indicativamente, però, possiamo stilare una lista, a grandi linee, di quanto costa fumare elettronico in un anno.

Nel calcolo, oltre all’acquisto degli “attrezzi”  necessari per iniziare considereremo anche il costo dei vari componenti di ricambio che ogni fumatore digitale dovrebbe avere sempre in casa.

I prezzi sono molto indicativi, cambiano molto da persona a persona e al tempo impiegato nell’utilizzo della sigaretta elettronica, ma indicativamente su base annua abbiamo:

- Acquisto del kit iniziale (set completi per iniziare): 50-60 euro – una tantum

- Pezzi di ricambio (batterie, atomizzatori, cartucce ecc.): 50-60 euro

- Costo dei liquidi (ricariche o cartucce pre-caricate): 100-150 euro

Quindi per potersi garantire un anno completo di “fumate elettroniche” bisogna essere pronti a sborsare una cifra che viaggia intorno ai 250 euro. Cifra che scende intorno ai 160 euro per gli anni successivi.

Possono sembrare cifre alte, ma vanno considerati 2 fattori molto importanti:

1) iniziare a fumare le sigarette elettroniche, anche solo per curiosità, costa solo 50-60 euro dato che i kit che abbiamo menzionato includono solitamente già alcuni pezzi di ricambio, oltre che una boccetta di liquido che ci regalerà un autonomia uno/due mesi.

2) il costo delle sigarette tradizionali è estremamente più alto, e chi fuma tanto questo lo sa molto bene: ad oggi un pacchetto di sigarette costa in media euro,4,5euro e chi ne fuma uno al giorno si trova a spendere non meno di 1500-1600 euro all’anno. Cifra 7-8 volte superiore al costo delle sigarette elettroniche.